MURO

Nonostante la crescita non ho ancora capito come discernere tra il dire esattamente quello che penso e confidare spudoratamente ciò di cui ho paura.

Ho passato moltissimo tempo cercando di farmi conoscere. Una fatica smisurata, zuppa di ansia da prestazione. Raramente ho creduto che qualcuno volesse conoscermi. Nel senso. Conoscermi. Con desiderio di sapere. (Anche il mio silenzio).

Nel primo caso metti in ordine, lucidi, spolveri,appallottoli il casino che hai in casa e lo nascondi sotto al letto. Nel secondo, chi arriva non dà importanza al caos. Si siede e ti guarda negli occhi e tu, contro ogni volontà, ti rilassi.

2 Comments

  1. I misteri sono così fitti che ti annebbiano la ragione e tu che fatica a farti conoscere. Aspetta che prima o poi arriva l’investigatore, il commissario, il detective, il noirista. E tu, la capa di tutti.🌹😊

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...