AINOS

H 00.45
Torno verso casa. È piovuto e piove. E forse non smetterà.
La spia della batteria si accende. Troppa acqua per strada.
Campagna.
La macchina tenta di spegnersi.
Il mio cellulare è scarico. Mi chiedo se passerà qualcuno che mi faccia chiedere aiuto.
In quel momento realizzo che il tuo numero è l’unico che so a memoria.
L’unico che non posso chiamare.
Il tuo telefono è spento nella nostra cucina.
Tu hai le mani salde alla maniglia sopra al finestrino.
Invisibile.
In silenzio.
Ridacchi della mia panda troppo vecchia anche per me
e del mio cuore che non si da pace.

4 Comments

    1. Sorrido.. con un cuore così si ridacchia insieme.. soprattutto quando rimane a piedi. Era tenero te lo assicuro. Come quando mia madre si sbellicava per le mie disavventure risolte.. come forse potremmo ridacchiare insieme pensando che poi si riparte. 😘

      "Mi piace"

Rispondi a Adesso-Dopo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...